Home > Come lavoriamo

Terapia cognitivo comportamentale di obesità e sovrappeso

Terapia cognitivo comportamentale di obesità e sovrappeso

L'obiettivo principale della terapia cognitivo comportamentale dell'obesità (CBT-OB) è di aiutare il paziente a raggiungere e mantenere un peso salutare sviluppando una modificazione dello stile di vita duratura e uno stato mentale orientato al controllo del peso a lungo termine.

Il paziente imparerà a pianificare da solo la sua dieta, calcolando le calorie assunte e consumate, organizzerà la sua attività fisica e acquisiràimportanti strategie per affrontare gli ostacoli alla perdita e al mantenimento del peso.

Il trattamento rappresenta un’opportunità per fare un cambiamento duraturo nel tempo. E’ necessario impegno da parte del paziente, ma si possono ottenere risultati molto importanti.

Il trattamento è indicato per le persone con sovrappeso o obesità. Una persona è in eccesso di peso se il suo Indice di Massa Corporea (IMC) è = 25. L’IMC si calcola dividendo il peso in kg per l’altezza al quadrato in metri (kg/m2).

Il percorso prevede due fasi con diverse frequenze di incontri tra paziente e terapeuta. La prima fase, della durata di circa 6 mesi, è dedicata alla perdita di peso; la seconda, di circa un anno, ad apprendere le strategie necessarie per mantenerlo.

Terapia EMDR

Terapia EMDR - Eye Movemet Desensitization and Reprocessig

L’EMDR (Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari; in inglese: Eye Movemet Desensitization and Reprocessig) è un approccio psicoterapeutico particolarmente indicato ed efficace non solo per la cura dei grandi traumi, ma anche per risolvere ed elaborare le conseguenze di eventi di vita stressanti.

L’EMDR permette di accedere, neutralizzare e portare a una risoluzione adattiva i ricordi di esperienze traumatiche che stanno alla base di disturbi psicologici attuali del paziente.

L’utilizzo della stimolazione bilaterale: movimenti oculari o altre forme di stimolazione ritmica destra/sinistra, combinata con le altre fasi del protocollo standard EMDR, attiva un sistema neurofisiologico innato, legato all’elaborazione dell’informazione.

Il protocollo standard si focalizza, quindi, sull’evento o sugli eventi passati che hanno posto le basi per il disturbo, sugli eventi presenti che lo scatenano, e sull’acquisizione di modelli per un’adeguata funzionalità futura.

In questa prospettiva, l’approccio EMDR offre un’occasione per potenziare le capacità personali, modificare i propri schemi emotivi disfunzionali, sperimentare emozioni più adeguate e adottare comportamenti più adattivi, con il fine di affrontare al meglio le sfide della vita quotidiana e per risolvere i sintomi, spesso cronici dei diversi disturbi legati all’alimentazione.

Psicoterapia individuale e di gruppo

Psicoterapia individuale e di gruppo

La psicoterapia è uno strumento per la “cura del sé”. Permette all’individuo di creare consapevolezza, di rivedere il proprio modo di pensarsi e di “ri-significarsi”.

L’intento è di attivare nuove risorse nel qui e ora atte a modificare le modalità stereotipate che abitualmente utilizziamo che bloccano i processi di apprendimento e ostacolano il cambiamento.

Laboratori esperienziali con tecnica di roleplaying (giochi di ruolo)

Laboratori esperienziali con tecnica di roleplaying (giochi di ruolo)

Il laboratorio esperienziale è pensato per permettere alle persone di esprimersi e di mettersi in gioco, per diventare più consapevoli degli schemi comportamentali abitualmente utilizzati, e potenzialmente limitantiedisfunzionali, nel proprio rapporto col cibo in diverse situazioni. Con la condivisione e il confronto finali si crea la possibilità di esplorare le proprie risorse per imparare a gestire consapevolmente l’alimentazione.

Vuoi saperne di più?